Facebook Pinterest Instragram

  • Cetara... la perla della Costa d'Amalfi

  • Cetara... il paese della colatura di alici

  • Cetara... polo gastronomico d'eccellenza

  • Cetara... dove la pesca è stile di vita

  • Cetara... dove ogni prospettiva è quella giusta

  • Cetara... lo spettacolo inizia all'alba...

  • ...ma non termina al tramonto

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
 

Essere donna nel XXI secolo: tra pregiudizi e violenze

Cultura
donna
Data: 25 Novembre 2021 18:30

Luogo: Sala Benincasa

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata organizzata una manifestazione culturale che prenderà avvio dalle ore 18.30 presso la sala polifunzionale Mario Benincasa di Cetara.

Il target di riferimento è dai 15 anni in su, donne e uomini. La kermesse inizierà con la visione del monologo di Paola Cortellesi, recitato durante i David di Donatello del 2018 e scritto dal giornalista e semiologo Stefano Bartezzaghi, diventato virale per l’attualità tematica e per la perpetrata stereotipizzazione della donna e del ruolo che dovrebbe ricoprire, subordinandola all’uomo. Tale monologo dimostra, attraverso l’utilizzo del genere maschile e femminile dei nomi, come la lingua italiana definisca in modo diametralmente opposto alcune parole, cambiandone totalmente il significato.

Lo spunto di riflessione dato dalla visione del video farà da apripista alla seconda parte della serata che vedrà coinvolti i due responsabili dell’Associazione Street Kali di Salerno. Con Matteo Renna e Annalisa Pignataro parleremo e assisteremo a dimostrazioni pratiche di:

Percezione del pericolo e riconoscere il rischio: valutazione del rischio, il controllo dell’ambiente al momento del pericolo, elaborazione del piano d’intervento; gestione del controllo mediante distanze di sicurezza.

Tecniche di: anti-strangolamento; anti-aggressione; anti-bloccaggio degli arti; anti-stupro; tecniche di svincolamento, di controllo e di sensibilità, di guardia occulta, di parate; conoscenza dei punti di contatto; immobilizzazione dell’aggressore; strategie di urlo e richiamo dell’attenzione; utilizzo di oggetti comuni per difendersi; gestire un’aggressione in spazi ristretti; addestramento al controllo della visione periferica.

Psicologia delle emozioni: la percezione degli stati corporei; gestione dello stress; empatia; studio della mimica facciale; comunicazione verbale e non verbale dello stato emotivo: il sistema vocale, i gesti, la postura e la prossemica. · La paura come elemento primario di autodifesa: gestione delle proprie emozioni; gestione dell’ansia e del panico.

Cosa fare a seguito di un’aggressione o di una violenza: come chiamare le forze dell’ordine per avere un pronto intervento senza perdere tempo.

Durante la mattinata, verrà trasmessa, tramite filodiffusione presente in paese, la lettura di frasi tratte da opere letterarie antiche e contemporanee, interpretate, per l’occasione, dalle volontarie del Servizio Civile. La lettura dei testi avverrà con una scadenza pari a un’ora e si concluderà con una frase motivazionale e/o atta alla riflessione sull’argomento.

In concomitanza, la Torre Vicereale sarà colorata di rosso, colore simbolo della giornata.

 

 

Altre date


  • 25 Novembre 2021 18:30