Facebook Pinterest Instragram

  • Cetara... la perla della Costa d'Amalfi

  • Cetara... il paese della colatura di alici

  • Cetara... polo gastronomico d'eccellenza

  • Cetara... dove la pesca è stile di vita

  • Cetara... dove ogni prospettiva è quella giusta

  • Cetara... lo spettacolo inizia all'alba...

  • ...ma non termina al tramonto

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

S. Francesco

Un’altra festa molto sentita dai cetaresi è sicuramente quella dedicata al copatrono del paese, S. Francesco d’Assisi. Il 4 ottobre di ogni anno il vecchio convento dei frati minori francescani rinasce a nuova vita e già nelle prime ore del mattino la popolazione del paese si riversa nella chiesa dedicata al Poverello di Assisi per porgere omaggio ad uno dei santi più conosciuti della cristianità.

Dopo le messe celebrate al mattino, nel pomeriggio la statua del Santo, adornata con grappoli d’uva e melograni, viene portata in processione per le vie del paese fino a raggiungere la località Casale con sosta presso la Chiesa della Madonna di Costantinopoli. Poi si ridiscende verso la Chiesa di S. Pietro dove il “poverello d’Assisi” si ferma per un omaggio a S. Pietro Apostolo e per la celebrazione di una messa al termine della quale il corteo procede verso la Marina di Cetara dove c’è un omaggio pirotecnico ed una breve preghiera.

Terminata la discesa nei pressi del mare si risale verso Corso Garibaldi per far rientro nella Chiesa di Piazza S. Francesco.