Facebook Pinterest Instragram

  • Cetara... la perla della Costa d'Amalfi

  • Cetara... il paese della colatura di alici

  • Cetara... polo gastronomico d'eccellenza

  • Cetara... dove la pesca è stile di vita

  • Cetara... dove ogni prospettiva è quella giusta

  • Cetara... lo spettacolo inizia all'alba...

  • ...ma non termina al tramonto

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Maggio Mariano

 

Il culto della Madonna è molto vivo tra i fedeli di Cetara che dedicano ad essa numerosi riti. I principali momenti vanno dalla fine di aprile ai primi giorni di giugno, concentrandosi prevalentemente nel mese di maggio che la Chiesa dedica come sempre alla Madonna.

Madonna del Buon Consiglio

Nella frazione di Fuenti, all'imbocco di via Salvo D'Acquisto, è stata installata una decina di anni fa una serie di maioliche con l'effige della Madonna del Buon Consiglio. Questa installazione è stata fortemente voluta dagli abitanti del posto per ricordare l'effige originaria su marmo presente secoli prima, distrutta dalle intemperie e parte della quale, come raccontano gli anziani ancora residenti nella frazione, fu ritrovata da un pastore sulle spiagge di Fuenti e portata in una chiesa a Poggerola, frazione di Amalfi, dove si trova attualmente. Ogni anno il 25 di aprile viene celebrata una Santa Messa presso le maioliche di via Salvo D'Acquisto e a seguire un concerto bandistico.

Processioni del mese di maggio 

Durante il mese di maggio e agli inizi di giugno si svolgono a Cetara due processioni in onore della Madonna. Queste due processioni sono molto sentite e radicate in paese, fino al punto che richiamano le antiche divisioni dovute alla conformazione territoriale di Cetara, in parte ancora radicate nei suoi abitanti, che fino a qualche decennio fa tenevano moltissimo alla loro appartenenza alla parte alta del paese, ai piedi dei Monti Lattari, o a quella più vicina al mare. Infatti la Madonna di Costantinopoli, portata in processione agli inizi di giugno, viene ancora chiamata la "Madonna del Casale" (parte alta del paese), mentre la statua dell'Immacolata, portata in processione in una domenica di maggio, viene definita la "Madonna della Marina", la parte di Cetara più vicina al mare.